FESTA DEL NINO a Sant’Andrea di Suasa (PU)

by sabine | gennaio 9th, 2013

Festa del Nino

19 Gennaio 2013 – 20 Gennaio 2013, Sant’Andrea di Suasa (Pu)

Vuole far “lardo ai giovani” la festa del Nino che, sabato 19 e domenica 20 gennaio, renderà omaggio al maiale. Teatro della manifestazione sarà Sant’Andrea di Suasa, piccolo centro del marchigiano.

Lo stile divertente e anticonformista della manifestazione è pronto a richiamare nel provincia di Pesaro-Urbino, nelle Marche, i cultori di questo animale, re della cultura gastronomica locale. L’evento, nato sotto il segno dell’originalità, si preannuncia curioso a partire dal nome. Chi è questo Nino? Bisogna cercare tra le tradizioni della storia locale per svelare il mistero. Fino a qualche decennio fa era proprio questo il nomignolo con cui gli abitanti della provincia di Pesaro-Urbino chiamavano affettuosamente il maiale. Nobilissima è l’origine dell’appellativo che sembrerebbe derivare addirittura dal nome di Sant’Antonio Abate, santo protettore degli animali. È nella trasformazione in Antonino prima, e in Nino poi, che la festa trova la sua designazione attuale. A questo nome è collegato il marchio “IO NINO” che designa una filiera d’eccellenza legata alla carne di suino selezionata e garantita.

Sconsigliato dai medici, temuto dai salutisti, snobbato dalla cucina di alto livello, il maiale si prende la sua rivincita. Sarà infatti l’indiscusso protagonista delle degustazioni e della vendita di prodotti locali che si terranno nella due giorni marchigiana. A intrattenere tutti i visitatori che arriveranno a Sant’Andrea di Suasa al motto di “Lardo ai giovani – choosy senza vergogna” ci saranno anche spettacoli, concerti, degustazioni guidate, aperitivi nelle cantine e incontri con autori di libri ed esperti eno-gastronomici, mostre d’arte, animazione per bambini, escursioni di trekking sull’Appennino Marchigiano e divertentissimi laboratori di Norcineria.

Lo spirito dell’ironia marchigiana renderà l’evento davvero irresistibile. Da sempre attento alle problematiche della società, non manca mai uno sfondo sociale a quest’evento. Quest’anno il tema è più che mai scottante e attuale: si parla dei giovani. Gli organizzatori cercano inoltre, sin dalla prima edizione, di rendere le persone più consapevoli rispetto a ciò che si trovano nel piatto e abituarle ad apprezzare anche la storia, la cultura e la tradizione che stanno dietro ai cibi che amiamo e che finiscono sulle nostre tavole.

di Serena Cirini

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.