comunicato stampa A.N.G.T. – FEDERAGIT

by sabine | febbraio 24th, 2012

” Con l’occasione della Giornata della Guida, le guide turistiche abilitate intendono portare l’attenzione sulle modifiche proposte per la Direttiva Europea sulle professioni (2005/36/CE) e quindi sulla possibilità di grave dequalificazione delle prestazioni professionali delle guide turistiche : si sta correndo il rischio di non veder più riconosciuta la competenza professionale della guida che, per definizione, è specializzata nell’illustrazione del Patrimonio culturale e paesaggistico di un’area geografica determinata. Una guida di Bucarest, di Lubjana o di un altro Stato Membro non ha la competenza specifica relativa ad aree diverse per la quale si è specializzata.
La Corte di Giustizia Europea ha riconosciuto che la corretta illustrazione del Patrimonio Culturale è parte integrante della sua tutela. Con una dequalificazione della professionalità delle guide turistiche, il Patrimonio Culturale perde l’importante funzione di risorsa per il territorio in cui è situato e l’occasione di una crescita culturale ed occupazionale.
Assistiamo a pressioni da parte di grandi Tour Operator internazionali che confondono la guida (tourist guide) (che illustra in maniera approfondita il patrimonio culturale di un’area geografica determinata) con l’ accompagnatore (tour manager) (che assiste il gruppo durante il viaggio) . Se vanno in porto le pressioni, l’Italia rischierebbe di diventare terreno di conquista da parte di multinazionali del turismo che, pur sfruttando l’ immensa ricchezza di Beni Culturali italiani, non lascerebbero nei territori visitati i proventi derivanti dall’attività delle guide turistiche.
Se dei grandi Tour Operator eliminano le garanzie per la corretta illustrazione dei nostri Beni Culturali, fornita dalle guide professionalmente competenti per le diverse aree geografico-culturali, l’onere della tutela dei Beni Culturali ricade tuttavia interamente sulle istituzioni dello Stato Membro dove tali Beni si trovano.
Con la restrizione drammatica dell’opportunità di lavoro nel campo dell’illustrazione dei Beni Culturali, si gioca un importante pezzo di futuro per i giovani e per i meno giovani del nostro Paese”.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.