ORTO BOTANICO o meglio: gli Orti dei semplici di Urbino

aprile 4th, 2018

La primavera negli  Orti dei semplici di Urbino: lo spettacolo della trasformazione, la felicità del rinnovamento sempre diverso! Grazie Natura.

Gli orti dei semplici di Urbino

R.S.M. Santuario “Madonna della Consolazione”

marzo 17th, 2018

una scoperta a San Marino: il Santuario “Madonna della Consolazione”

un morbido abbraccio per chi cerca in sé le capacità di resilienza

un luogo per non sentirsi solo

modernità toccante

 

 

Buon compleanno, Gioachino! #Rossini150 #wePesaro #neve

marzo 1st, 2018

 

scelgo di portare con me…….

febbraio 19th, 2018

“Scelgo quindi di portare con me la prudenza, ma non le paure.

L’apertura mentale, non il pregiudizio.

L’entusiasmo, ma non le illusioni.

Il coraggio, non l’incoscienza.

Porto sicuramente i desideri, la passione e tutti i miei sogni, ma lascio i pesi del passato a casa.

Le mie convinzioni, le mie idee e i miei progetti, non le aspettative altrui.

Il silenzio, non il rumore.

L’amore, non la diffidenza.

Ecco, se la vita è un viaggio, allora è decisamente meglio viaggiare leggeri, voi non trovate? ”

Francesco Grandis

Carnevale di Fano

febbraio 5th, 2018

Gioachino Rossini

fa di Pesaro una “Città UNESCO, la città creativa della musica” e

partecipa anche alle sfilate del Carnevale a Fano!

Balliamo insieme? www.travelingfriends.it

foglie d’autunno nelle Cesane, la Valle del Metauro e la Gola del Furlo

novembre 23rd, 2017

loving autumn



Candele a Candelara (PU)

ottobre 25th, 2017

visitate il mercatino di Natale più suggestivo!

ViviAmo le Marche tutto l’anno

ottobre 17th, 2017

contaminazioni difficili

agosto 14th, 2017

“C’è l’idea che la scultura sia statica, o forse addirittura morta, ma io sento l’esatto contrario. Non sono una persona religiosa-sono un materialista assoluto. Per me il materiale è emozionante e in ultima analisi, sublime. Nel momento in cui creo una scultura, vado in cerca di una spiritualità o di un’etica del materiale . Voglio che il materiale abbia una dinamica, per spingere e muoversi e crescere”

22 luglio – 15 ottobre 2017

Urbino – Palazzo Ducale, Cortile d’Onore

Nel centro del cortile d’onore del palazzo Ducale di Urbino, costruito dall’architetto dalmata Luciano Laurana tra il 1466 ed il 1472 per volontà del duca Federico da Montefeltro il 22 luglio viene esposta, a cura di Ludovico Pratesi,  Elliptical Column, la colonna di acciaio realizzata dall’artista britannico Tony Cragg, considerato uno dei massimi scultori viventi. Un’opera dall’andamento tortuoso, che ricorda le colonne tortili del Baldacchino di San Pietro di Gian Lorenzo Bernini, dove si rispecchiano le linee simmetriche e rigorose della corte rinascimentale.

Un contrasto visivo forte di geometrie , forme e colori, che crea un interessante dialogo tra la misura del Rinascimento, improntata alle teorie di Leon Battista Alberti, del quale il Laurana era stato allievo a Mantova, e le torsioni  della scultura, che si impone come elemento vitale e dinamico sull’ambiente circostante.

L’opera, dall’andamento irregolare, riflette sulla superficie specchiante l’architettura del palazzo, creando un’interessante relazione tra opera e spazio, passato e presente, armonia e movimento.

JESI: nella Piazza dove nacque

agosto 14th, 2017

Nella piazza dove nacque l’Imperatore

 

Jesi una tra le più belle antiche città delle Marche, ora ha anche uno tra i rari grandi musei multimediali italiani. Si perché in una calda, ma non ancora torrida, giornata di luglio, Jesi oltre allo stupendo Lorenzo Lotto ed altre meraviglie raccolte dentro le mura, ha messo in scena il racconto splendido, fantastico ed affascinante del suo più noto concittadino, Federico II di Svevia, appunto STUPOR MUNDI, aperto a Palazzo Ghislieri.
Precedenti iniziative a ricordo, come l’opera di una Fondazione e una contestata statua monumentale, ne avevano mantenuto la memoria, ma non rilanciato la grandezza storica e politica. Ci ha pensato Gennaro Pieralisi, imprenditore e manager che ha ideato e donato questo eccezionale museo multimediale che, con grandezza di mezzi e specifiche alte competenze professionali, (evidentissime anche ad una prima veloce visita), ne ripercorre la straordinaria vita. L’investimento è stato realizzato quasi totalmente con fondi privati (circa 4 milioni di euro) e curato da Anna Laura Trombetti Budresi, Laura Pasquini e Tommaso Duranti su allestimento della Volume S.r.L. di Milano.
Palazzo Gisleri affaccia sulla Piazza dove il 26 dicembre 1194, Costanza d’Altavilla partorì in mezzo alla gente e in una tenda Federico II di Hohenstaufen, poi Imperatore del Sacro Romano Impero e ancor prima re di Germania e di Sicilia. Il cordone ombelicale con Jesi non fu mai definitivamente reciso; infatti Federico II definì affettuosamente ma ufficialmente la patria natia, “la nostra Betlemme” e regalò a Jesi il titolo di “città regia”. Tutte le età della vita dell’Imperatore ci appaiono, e a volte ci travolgono. Immagini belle e accattivanti; suoni evocativi e sorprendentemente contemporanei. Personaggi e luoghi magnifici. Un lavoro paziente, ma sempre vivace e ritmato, narra di un condottiero, del suo falcone (fece della falconeria un’arte ed una scienza raffinatissima), della Scuola poetica Siciliana, di astronomia, medicina e matematica. Un monarca illuminato, un raffinato intellettuale, uno jesino da amare e da studiare. Il suo bagaglio culturale, ancora molto pesante ed in parte da dipanare, può offrire mille altre meraviglie e scoperte. Il museo marchigiano STUPOR MUNDI va in questa direzione.

 

Info: ANSA